Dalila Bachis (2019): Le grammatiche scolastiche dell’italiano edite dal 1919 al 2018. Firenze: Accademia della Crusca – ISBN: 9788889369913

copertina


Il libro di Dalila Bachis offre un censimento delle grammatiche scolastiche dell’italiano (spesso considerate testi “minori” e invece preziose per ricostruire e comprendere un aspetto importante della storia linguistica del nostro Paese) edite dal 1919 ai giorni nostri e propone un’analisi approfondita di un loro campione. Le grammatiche individuate sono studiate in relazione a quattro punti: le prefazioni, che danno conto dell’ideologia a cui l’opera fa riferimento; il diverso spazio dedicato a fonologia, morfologia, sintassi, semiologia, variabilità, lessico e testualità; il rapporto con la tradizione normativa, in particolare attraverso lo studio di alcuni “punti critici”, cioè di quei criteri che ormai superati nell’uso e anche in ambito scientifico, si conservano spesso in quello scolastico; gli esercizi, in una rassegna dai risvolti in molti casi innegabilmente divertenti. Un rilevante interesse di questo libro sta anche nelle indicazioni, distribuite nei vari capitoli, che offrono spunti per il futuro: si suggeriscono tagli e modifiche che, senza rivoluzionare l’assetto tradizionale del libro di grammatica, potrebbero servire a riformarlo adeguandolo alla situazione di oggi.

  • Pagine: 299
  • Editore: Accademia della Crusca
  • Anno di edizione: 2019
  • ISBN: 978-88-89369-91-3
  • Disponibile:
  • Collana: Grammatiche e lessici

Link: http://edizionidicrusca.it/scheda.asp?IDV=6393&fbclid=IwAR2C8Vrrqd7Xdv8JgFgFzfEvRBee3z7R9ahpQ-VIfEI2xjqT61s3Cd86Ou4

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...