Valentina Carbonara, Luana Cosenza, Paola Masillo, Luisa Salvati, Andrea Scibetta (eds.) (2019): Il parlato e lo scritto: aspetti teorici e didattici. Atti del V Congresso Internazionale della Società di Didattica delle Lingue e Linguistica Educativa (DILLE), Università per Stranieri di Siena (1-3 febbraio 2018). Pisa: Pacini – ISBN: 9788869956904

Il parlato e lo scritto - aspetti teorici e didattici

ISBN: 978-88-6995-690-4 Caratteristiche: 2019 • 14,4×22,3 cm • 400 pagine • brossura con bandelle Collana: Collana del Centro di Eccellenza della Ricerca – Studi di Linguistica Educativa
Nr. nella collana: 6

Descrizione

Il presente volume raccoglie una selezione di contributi riguardanti gli usi, le norme e le forme linguistiche nel rapporto fra il parlato e lo scritto dal punto di vista della ricerca, con particolare attenzione agli aspetti relativi alla linguistica educativa.

Il volume si articola in sei sezioni tematiche, che affrontano questi argomenti secondo diverse prospettive: grammaticali, sintattiche, prosodiche, traduttive, in contesto educativo e più in generale di contatto linguistico, anche in relazione con le nuove tecnologie e con le questioni legate alla valutazione.

Scarica l’indice del libro (82kb)

«Al fine di agevolarne la consultazione, il presente volume si articola in sei aree tematiche. Queste ultime non vanno tuttavia intese come categorie rigide, poiché spesso gli argomenti trattati nei vari contributi possono presentare aderenze ad ulteriori ambiti di studio, oltre a quelli che caratterizzano la loro area tematica di riferimento.

La prima sezione, “Le dimensioni dello scritto e del parlato: riflessioni teoriche e aspetti applicativi”, include sei capitoli che trattano il tema dello scritto, del parlato e dei loro punti di intersezione, attraverso diverse prospettive grammaticali, sintattiche, prosodiche e traduttive. Il contributo di Benedetta Rosi e Aangela Ferrari, Il costrutto causale nello scritto, tra grammatica, linguistica e didattica, analizza il costrutto causale nella scrittura funzionale contemporanea entro una ricerca corpus-based e propone un confronto nella trattazione di questo costrutto in alcune grammatiche, fornendo delle osservazioni anche di natura didattica. Il successivo capitolo di Filippo Pecorari, Sistema interpuntivo e parlato: il caso dei puntini di sospensione, offre una rapida ricognizione di alcune grammatiche di diverso livello e diversa destinazione, per mostrare quanto sia diffusa la concezione prosodico-intonativa della punteggiatura. Il contributo, inoltre, tratteggia la concezione, più complessa e sfaccettata, del rapporto tra punteggiatura e prosodia negli studi specialistici, per poi restringere il fuoco della trattazione ai puntini di sospensione e ai diversi usi che essi manifestano nella testualità di registro medio-alto. Lletizia Lala, nel suo saggio La modalità interrogativa: aspetti sintattici, prosodici e testuali, si focalizza sulla modalità interrogativa diretta tradizionalmente descritta per lo scritto partendo dall’accostamento con l’equivalente orale: per l’orale il segnale essenziale sarebbe prosodico-intonativo, restituito allo scritto dal punto interrogativo…»

I Curatori

Scarica l’intera Introduzione (172 kb)

Link: https://www.pacinieditore.it/prodotto/parlato-scritto-aspetti-teorici-didattici/

Massimo Arcangeli (2020): Piccolo dizionario per salvare la nostra lingua. Milano: Il Saggiatore – ISBN: 9788842826590

Quante volte avete avuto un alterco con qualcuno? Vi è mai capitato di sentirvi pieni di astio di fronte a un interlocutore decisamente becero? E di avere una fame pantagruelica? Pensate di possedere un certo contegno (anche se non quanto il vostro azzimato cugino)? Se vi dicono che siete morigerati vi offendete o inorgoglite? Esistono termini che riescono a raccontare molte cose diverse, ed eventi, azioni, stati d’animo della nostra quotidianità che possono essere descritti con precisione solamente da un’unica parola, magari un po’ desueta: conoscerla significa saper dare un nome a una parte di noi stessi.

Massimo Arcangeli ci guida nel regno delle parole dimenticate della lingua italiana, alla scoperta di cinquanta aggettivi, verbi e sostantivi in grado di esprimere meglio di qualunque altro il nostro modo di gioire, arrabbiarci e dire «Ti voglio bene». Tra storia e letteratura, ascendenze straniere e cadenze popolari, Arcangeli attraversa un patrimonio che unisce le Alpi e le isole, Pinocchio e Paperino, la poesia di Dante e il dialetto dei nostri nonni: la cartolina di un’Italia che non esiste più, con cui allontanarci dall’appiattimento lessicale di oggi e in cui riscoprire una lingua lussureggiante, piena di colori e suoni, capace di una vitalità e di una ricchezza espressiva strabilianti.

Senza parole è nello stesso tempo un viaggio sentimentale nella nostra cultura e una pratica di resistenza civile; un prontuario per ravvivare il nostro dizionario privato e una carrellata di aneddoti curiosi sul nostro passato comune. Per ricordarci – o conoscere per la prima volta – di che cosa parliamo quando parliamo in italiano.


Massimo Arcangeli è un linguista e critico letterario, ordinario di Linguistica italiana presso l’Università di Cagliari e garante per l’Italianistica nella Repubblica Slovacca. È consulente scientifico per la Società Dante Alighieri e direttore di festival culturali. Collabora con l’Istituto Enciclopedia Italiana Treccani e con numerose testate giornalistiche e radiotelevisive.

Rassegna stampa

La battaglia del professore che vuole salvare l’italiano dal rischio di estinzione[ Il Piccolo – 9 marzo 2020 ] “Senza parole”[ Convenzionali – 29 febbraio 2020 ] Stanno sparendo le parole[ Il Corriere della Sera – 20 febbraio 2020 ] SOS, parole da salvare[ Il Rifugio dell’Ircocervo – 21 febbraio 2020 ] Un Indiana Jones a caccia di parole in via d’estinzione. Ecco come Lucio Battisti salverà il termine “uggioso”[ La Stampa – 19 febbraio 2020 ] Fahrenheit – RaiRadio3[ RaiRadio3 – 4 marzo 2020 ]

Link: https://www.ilsaggiatore.com/libro/senza-parole/

Francesca Strik Lievers (2020): La linguistica e le lingue. Roma: Carocci – ISBN: 9788843099757

La linguistica e le lingue

Edizione: 2020

Collana: Bussole (607)

ISBN: 9788843099757

In breve

La linguistica esplora la complessità del linguaggio umano e delle lingue che quotidianamente usiamo per comunicare. Il libro percorre in modo sintetico e con grande chiarezza le principali articolazioni della disciplina, dallo studio dei suoni linguistici a quello delle parole e delle frasi; e delle lingue esamina più in generale il funzionamento e l’uso. Gli argomenti sono inizialmente illustrati per lo più con esempi di italiano, ma lo sguardo si allarga poi ad altre lingue, affinché il lettore possa acquisire una maggiore consapevolezza degli aspetti che le distinguono le une dalle altre o che, al contrario, le accomunano. Per le sue caratteristiche, il testo è accessibile a chi affronti per la prima volta la materia e voglia farsene un’idea d’insieme.

Indice

1. Introduzione alla linguistica
Linguistica, linguaggio e lingue/Segni linguistici e altri segni/Branche della linguistica/Approfondimenti
2. La lingua in uso: pragmatica, variazione e mutamento
Pragmatica/Variazione e mutamento/Approfondimenti
3. Di che cosa sono fatte le lingue: fonetica e fonologia
Fonetica/Fonologia/Sillaba e fenomeni soprasegmentali/Approfondimenti
4. Come sono fatte le parole: morfologia
Morfema/Classi di parole/Formazione di parole/Approfondimenti
5. Che cosa significano le parole: semantica lessicale
Lessema/Lessico/Approfondimenti
6. Come sono fatte le frasi: sintassi
Frase/Costituenti e struttura della frase/Tipi di frase
Approfondimenti
Bibliografia

Link: http://www.carocci.it/index.php?option=com_carocci&task=schedalibro&Itemid=72&isbn=9788843099757

Frank Schöpp, Sylvia Thiele (eds.) (2020): Kultursprache Italienisch – eine Standortbestimmung. Hannover: ibidem – ISBN: 9783838213583

Kultursprache Italienisch – eine Standortbestimmung

.Der vorliegende Band, der erste der neu gegründeten Reihe Italienischdidaktik im Dialog (IDD), vereint 17 Beiträge, die aus Vorträgen zweier Tagungen hervorgegangen sind: Standortbestimmungen und Perspektiven des Italienischunterrichts an der Julius-Maximilians-Universität Würzburg im November 2016 sowie, genau ein Jahr später: Quo vadis, italiano? – Wege der Sprache, der Kultur und der Italianistik an der Johannes-Gutenberg-Universität Mainz. Ziel beider Veranstaltungen war es, die Kultursprache Italienisch unter verschiedenen didaktisch-methodischen Fragestellungen zu beleuchten und damit einen Beitrag zur ihrer Sichtbarmachung im Kontext der universitären Romanistik und des schulischen Fremdsprachenunterrichts zu leisten. Zwar ist das Italienische die kleinste der drei romanischen Schulfremdsprachen, die hier versammelten Beiträge von Autorinnen und Autoren aus Deutschland, Italien und Österreich belegen jedoch eindrucksvoll seine Lebendigkeit.

Frank Schöpp ist als Akademischer Oberrat für die Didaktik der romanischen Sprachen am Neuphilologischen Institut der Julius-Maximilians-Universität Würzburg tätig. Seine Interessenschwerpunkte liegen in der Literatur- sowie der Mehrsprachigkeitsdidaktik.
Dr. Sylvia Thiele ist Professorin für die Didaktik der romanischen Sprachen und Literaturen an der JGU Mainz. Zu ihren Arbeitsschwerpunkten gehören die Mehrsprachigkeitsdidaktik, EMILE, Grammatikographie, Sprachtypologie, Dolomitenladinisch und Sardisch. Sie ist aktuell Teilprojektleiterin im Mainzer Lehr-Lern-Forschungslabor im Rahmen der Qualitätsoffensive Lehrerbildung des BMBF und Mitglied des steering commitee der FORTHEM Alliance.

Link: https://www.ibidem.eu/de/kultursprache-italienisch-eine-standortbestimmung.html

Massimo Palermo (2020): Linguistica italiana. Seconda edizione. Bologna: Il Mulino – ISBN: 9788815284891

Copertina Linguistica italiana

Il libro offre una descrizione esaustiva delle strutture, della storia e della variazione dell’italiano. Dopo aver esaminato le strutture testuali e sintattiche, il lessico, la morfologia, la fonetica e la fonologia della lingua d’oggi, l’autore ne traccia un profilo storico essenziale. È quindi approfondita la variazione dell’italiano in relazione al contesto sociale e allo spazio geografico. Completa il quadro l’analisi dei rapporti fra italiano e altre lingue. Nella nuova edizione, ampiamente aggiornata, sono tra l’altro approfondite le più recenti tendenze emerse nell’italiano contemporaneo.

:: Guarda il webinar di presentazione del manuale ::

INDICE DEL VOLUME: Premessa. – PARTE PRIMA. LE STRUTTURE DELL’ITALIANO D’OGGI. – I. Testo e sintassi. – II. Lessico. – III. Morfologia. – IV. Fonetica e fonologia. – PARTE SECONDA. VARIAZIONE E VARIETÀ DELL’ITALIANO, DI IERI E D’OGGI. – V. L’italiano nel tempo. – VI. L’italiano nello spazio sociale e comunicativo. – VII. Le varietà dello spazio geografico: dialetti, italiani regionali, minoranze linguistiche. – PARTE TERZA. L’ITALIANO NELLA SOCIETÀ GLOBALIZZATA. – VIII. L’italiano nel mondo. – IX. Il mondo in Italia. – Quadri. – Riferimenti bibliografici. – Chiave degli esercizi. – Indici.

Massimo Palermo è professore ordinario di Linguistica italiana nell’Università per Stranieri di Siena. Tra i suoi libri segnaliamo: «Grammatica italiana di base» (con P. Trifone, Zanichelli, nuova ed. 2020), «Insegnare l’italiano come seconda lingua» (Carocci, 2015) e «Italiano scritto 2.0. Testi e ipertesti» (Carocci, 2017) e, per il Mulino, «Linguistica testuale dell’italiano» (2013).

Link: https://www.mulino.it/isbn/9788815284891

Paola Cotticelli Kurras (ed.) (2019): Per la storia della linguistica. Saggi in onore di Giorgio Graffi per il suo 70esimo compleanno. Pisa: ETS – ISBN: 9788846756756

Blityri, VIII, 1-2, 2019
Per la storia della linguistica. Saggi in onore di Giorgio Graffi per il suo 70esimo compleanno

A cura di  Paola Cotticelli Kurras
Collana:  Blityri (183) Paola Cotticelli Kurras, Presentazione

Link: http://www.edizioniets.com/scheda.asp?n=9788846756756&from=&fk_s=